Copra – Recensione

Copra di Michel Fiffe può essere considerato un fumetto supereroistico di nicchia, nonostante non presenti nulla di così rivoluzanario al suo interno.
Pubblicata come serie mensile che ha creato e autopubblicato da novembre 2012 con pochissime tirature, si è rivelata invece un grande successo di pubblico e critica tanto d spingerlo a creare la sua casa editrice COPRA Press.

Ma che cos’è che ha decretato questa ascesa?
Innanzitutto c’è lo stile grafico di Fiffe: assolutamente particolare nel rappresentare i personaggi che mostrano tutti dei design davvero unici, ma che allo stesso tempo richiamano anche quelli di famosi eroi e cattivi della Marvel e della DC.
Le scene d’azione sono poi chiarissime, elemento cruciale per un fumetto che fa dei combattimenti il suo punto di forza.

Infine ci sono delle soluzioni visive per alcuni passaggi narrativi davvero uniche, scelte volute per mostrare l’estraneità dei citati passaggi nella narrazione.
Parlando dell’aspetto narrativo invece possiamo dire che il concept di base sia piuttosto classico, dato che riprende l’idea dietro la Suicide Squad: persone dal passato discutibile con abilità speciali mandate a morire per fare il lavoro sporco di chi è ai piani alti.

Ciononostante la trama prende il lettore dato che l’autore sa che i suoi personaggi sono dei poco di buono e li fa atteggiare a tali, con tanto di battute da duri e pronti a lasciarci la pelle pur di vendicarsi.
Infatti questo primo volume si basa tutto sul tradimento di un ex membro che ha rubato un manufatto recuperato nel villaggio di un appartenente al gruppo, seguendo quindi il classico canovaccio di questo tipo di storie.
Il primo volume di conclude in maniera amara date le perdite ma comunque soddisfacente visto l’obiettivo, ma ci sono ancora delle sottotrame aperte che immagino verranno esplorate nei volumi successivi.
L’edizione Panini è buona: un volume di medie dimensioni con un’efficace rilegatura, così come la traduzione italiana.
Se volete quindi leggere un fumetto classico ma al contempo fuori dagli schemi, non posso che consigliarvi di recuperare subito Copra e non affezionarvi a nessuno dei personaggi dato il loro destino ormai segnato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial