Giganti

Nuovo capitolo del bestiario di industrienerd.it che punta a catalogare ed espandere la conoscenza delle regioni dell’Erondán; in questo articolo affronteremo i giganti, altri colossi di queste terre, che risultano molto diversi dai Troll che abbiamo affrontato nello scorso capitolo – link pagina-.

UOMINI O MOSTRI?!

I giganti sono creature comuni dell’Erondar e tendenzialmente vivono una vita tranquilla e di natura stanziale. Come dice già il nome, questi esseri sono molto grandi, quasi il doppio di una persona normale e dotati di una enorme forza che gli permette di eseguire dei lavori pesanti senza troppa fatica. Essi sono considerati a tutti gli effetti una razza di umani, che si differenziano da quest’ultimi oltre che per l’altezza anche per il colore della pelle – Bluastra – e per i capelli spessi e neri. Unica eccezione la fanno i “Giganti Karkasseri” che risultano glabri e con un fisico più asciutto.

Anatomicamente assomigliano agli uomini – con il tronco e le braccia più lunghi rispetto alle gambe – ma con un livello di intelligenza molto più basso, cosa che gli impedisce di creare strutture sociali ed organizzative complesse come quelle delle altre razze, limitandosi a costruire semplici villaggi in cui vivere. Anche la loro cultura è molto primitiva e povera, tendendo la maggior parte delle volte ad assimilare quella dei villaggi vicini; il rapporto con le altre razze è neutrale o al massimo di reciproco aiuto e non è raro vedere dei giganti lavorare nei campi per qualche nobile o per qualche proprietario terriero. La vita media di queste creature è lunga, arrivando anche a due secoli, e trascorrendola  in modo del tutto incurante degli eventi che avvengono al di fuori dei loro villaggi, perché poco gli interessa la politica o gli intrighi di potere; non sono neanche avvezzi a battaglie nè campali nè a schermaglie più piccole, tranne in alcuni casi isolati.

KARKASSERI

Come abbiamo già accennato esiste un ramo di giganti differenti che vivono nei territori che stanno tra l’impero e l’Enclave della montagna; sono chiamati “I giganti Karkasseri” o semplicemente “Karkasseri” e si differenziano dai loro cugini su molti punti: in primo luogo sono più perspicaci, mostrando un’intelligenza sopra la media rispetto ai giganti comuni; in secondo luogo sono più inclini al combattimento, soprattutto con gli orchi, che odiano in modo particolare. Si riconoscono facilmente perché sono completamente senza peli e per il fatto che si portano sempre un’arma molto grande con loro, facendo intuire la loro pericolosità.

GIGANTI NELLA REALTÀ…

Fin dal passato questi colossi sono sempre esistiti nell’immaginario delle persone rappresentando il caos primordiale; sono sempre descritti come creature violente e crudeli nonostante siano considerate anche come molto sagge e sapienti. Nelle differenti culture mondiali fanno azioni che hanno significati diversi, per esempio nella cultura norrena sono la causa del Ragnarock o nella mitologia ellenica sono la causa di tremendi terremoti dopo che sono stati relegati sottoterra per aver perso la guerra contro gli dei greci. In seguito, verranno modificati o del tutto stravolti dalla letteratura, sia fiabesca che fantasy, facendogli compiere sia azioni buone che tremendi atti di crudeltà.

… E NEL FANTASY!

Chi non ha mai partecipato ad una sessione GdR, che sia  stata digitale o cartacea? E quante volte non si è affrontato un Gigante nell’oscurità delle caverne o in qualche foresta magica? Infatti, più di una volta queste enormi creature hanno popolato le nostre avventure fornandoci indizi  o attaccandoci senza preavviso, dandoci non poche gatte da pelare. Di solito, quest’ultimi, sono associati sempre ad azioni malvagie e tendenzialmente parteggiano per la fazione che gli torna più utile; sono descritti come creature avide e gelose dei loro tesori e non si fanno remore ad attaccare piccoli villaggi per depredarli di cibo e oro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial